ARTISTI

SBTRKT
  • Sabato 01

    Palazzo Re Enzo

    Salone del Podesta'
    21.20

Un passato remoto di drum'n'bass e un paio di svolte importanti culminate in un album sulla lunga distanza destinato a lasciare il segno quest’anno. SBTRKT (pronunciato subtrackt) freschissimo d’esordio omonimo sotto questo moniker per Young Turks, la stessa etichetta di XX e Little Dragon, è l’ultimo uomo mascherato – l’ennesimo – ad entrare prepotente nel continuum dell’Uk Bass. Parliamo ancora una volta di soul in questo presente di speculazioni oltre il dubstep ma, rispetto a Katy B e Jamie Woon, questo producer ha le carte in regola, non solo per sopravvivere all’hype usa e getta dei tabloid inglesi, ma anche di affermarsi come il contraltare perfettamente pop di James Blake. Del resto Jerome è sulla scena da parecchio: con i precedenti eppì (2020 soprattutto) s’era fatto apprezzare per un misto di groove tirati, mood solari e basi in scioltezza 2 step, dubstep. Ora è il suo momento: cavalcare l'onda miscelando tastiere space scazzate alla Space Dimension Controller, adattare il gorgogliate ragga dubstep cartoonesco di Benga (Wildfire con Yukimi), ripescare il 2 step più radiofonico dei 2000 e lo immergerlo in subbassi e spruzzate chiptune (Right Thing To Do, Ready Set Loop), mettere lo sguardo certi Ottanta Mantronix (Pharahos) e condire con gli amati sapori house vecchio stile (Hercules And Love Affair), balearica e oltre. Tutte canzoni cantate. Molte potenziali hit. E niente speculazioni post. Il dubstep è una delle strategie possibili per il continuum Uk Bass di SBTRKT.

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Teatro Comunale di Bologna UNIBO Cultura Fondazione Marino Golinelli jager