Mapping


 
 
 
Seguici su facebook Seguici su twitter Google+ Share

Da martedì 9 fino a sabato 13 ottobre (dalle 20 alle 24 circa) roBOt festival “invaderà” la Biblioteca Sala Borsa con un suggestivo video-mapping, grazie all'aiuto della Fondazione del Monte. Le prime tre giornate saranno un workshop a cielo aperto: gli artisti coinvolti nello show – B-Seite (DE) e Born Digital (NL) del circuito AV-Node, Kanaka (IT) e Delta Process (IT) selezionati dal prestigioso meeting di videoperformance LPM - mapperanno degli spazi specifici, per poi presentare il risultato del lavoro collettivo venerdì 12 e sabato 13 ottobre, giornate clou del festival. Con la felice posizione della Biblioteca Sala Borsa, proprio di fronte a Palazzo Re Enzo, ospiti e pubblico del festival potranno seguire passo dopo passo la realizzazione di questa piccola meraviglia.

Ma anche Link e TPO, le due roccaforti notturne di roBOt, non resteranno senza visuals di qualità superiore. Tutt'altro. Per quanto riguarda il Link saranno i polacco-ungheresi con base a Cracovia Elwira Wojtunik e Popesz Csaba Làng, alias Elektro Moon, a lavorare sempre di mapping e con una grande attenzione al principio di interattività. Al loro fianco il progetto a due Kado/w.Fax, assolutamente magistrale nell'interpretare i precetti della bass music (ma non solo) traducendoli in veejaying, come sanno bene coloro che sono stati all'Outlook Festival in Croazia o al Dubstep Warz di Tokyo. Al TPO invece mapping e ricami alla ricerca della multisensorialità sono appalto dell'Aelion Project, con la collaborazione fondamentale di Vj Kiff e del duo al femminile Cheeky Monkeys.

Comune di Bologna Provincia di Bologna Regione Emilia Romagna Teatro Comunale di Bologna Fondazione del Monte jager