roBOt paths: PINCH + NINOS DU BRASIL

roBOt paths: PINCH + NINOS DU BRASIL

Un autentico maestro della musica elettronica più profonda, infusa di frequenze basse e di intensità emotive; a fargli da corona, il live di una delle più esplosive ed irriverenti unit creative emerse negli ultimi tempi. Sabato 29 marzo, al Tpo di Bologna in via Casarini, roBOt Paths – con la collaborazione stavolta di Dancity Festival – ha deciso di fare le cose in grande.

Il maestro è Pinch, Rob Ellis all'anagrafe. L'uomo che ha trasformato Bristol, con la serate Subloaded e la label Tectonic, nella seconda capitale mondiale (dopo Londra) della bass music più colta e qualitativa. L'uomo che da solo o in collaborazione con nomi quali Shackleton ed Adrian Sherwood ha scritto e sta scrivendo delle pagine fondamentali nella storia dell'elettronica più nobile, in quel territorio che parte dalla dubstep più rigorosa e arriva fino alla techno più geometrica e visionaria. Fuori da ogni concessione alle mode, rispettatissimo dai colleghi, adorato da chi per la musica elettronica prova amore vero e non effimero.

Il live esplosivo è quello dei Ninos Du Brasil, il progetto creato da Nico Vascellari, un devastante crocevia di musica brasiliana ossessiva, suggestioni digitali, provocazioni teatrali e furore punk. Sarà anche un live speciale, quello di roBOt Paths: sarà infatti la prima occasione per sentire il loro nuovo materiale, un materiale che è già stato messo sotto contratto da etichette come la Hospital (gestita da Prurient / Vatican Shadow) e addirittura dalla leggendaria DFA di James Murphy.

Oltre ai protagonisti della serata, ma non meno importanti, ci saranno i padroni di casa UNZIP project, e G-amp, fondatore di Dancity. Nella saletta invece: Micamat - Sang Bleu - Bennet b2b Jko.

Gli allestimenti della serata saranno a cura di Alivelab in collaborazione con Lorenzo Ghelardini.

TICKETS
Intero 10€
Ridotto 8€ in lista entro le 24:30

INFO
phone: +393299714611
mail: info@robotfestival.it


24/02 roBOt paths @ Kinodromo

24/02 roBOt paths @ Kinodromo

Kinodromo incrocia roBOt Paths, roBOt Paths incontra Kinodromo, in un'elegante ed intensa notte di sperimentazioni audiovisive.

Una splendida sonorizzazione in tre atti (“Shestaya”, di Matteo Bennici, che regala vertiginose nuove colonne sonore a capolavori del grande regista russo Dziga Vertov).
Una selezione di tre cortometraggi fra quelli più emozionanti visti nella sezione video di roBOt Festival (“Future Past Perfect 1-4” di Carsten Nicolai, “Energy Flow By The Field” di David Kamp e dello studio grafico Field, “Solipsist” di Andrew Thomas Huang), dove intrecciare visioni, tensioni fisiche, spirituali, sociali, oniriche.
Infine – anzi, in apertura – il dj set di Mighty Mau, alias Claudia Mauti, con le sue avventurose esplorazioni tra indie, wave ed elettronica.

Portate la vostra sensibilità, la vostra immaginazione, la vostra voglia di suggestione. E supportate una esperienza preziosa come Kinodromo: roBOt lo fa in modo convinto, è la dimostrazione che quando si crede nelle proprie passioni e le si vogliono offrire alla città, le cose possono funzionare, eccome, e una piccola utopia diventa un'esperienza reale, solida e vincente.

---

19:30 - PopCorn_Hour con Dj set di Mighty Mau
21.00 - SHESTAYA - live cinema di Matteo Bennici
22.15 - Proiezioni

Kinodromo c/o Europa Cinema
Via Pietralata 55/A
Bologna

Dalle 21.00, l'accesso in sala è consentito ai possessori della tessera (€3 in loco) al costo di €4.


roBOt paths & Express feat. OMAR SOULEYMAN

roBOt paths & Express feat. OMAR SOULEYMAN

Il Locomotiv Club, in collaborazione con Red Bull Music Academy, e per il terzo appuntamento della serie roBOt paths, ospiterà per la prima volta a Bologna l'artista siriano che presenterà l'ultimo disco "Wenu Wenu", uscito nel 2013 per la Ribbon Music e prodotto da Kieran Hebden aka Four Tet. Con lui sul palco anche il live tra punk e sperimentazione di Phantom Klang, e le raffinate selezioni di Godblesscomputers.

Apertura porte ore 21:30, inizio live ore 22:30
Ingresso 15€ + d.p., riservato ai soci AICS.
info: +39 329 9714611 / +39 348 0833345 info@locomotivclub.it - info@robotfestival.it


--> Prevendite disponibili su TicketOne: http://bit.ly/Souleyman


roBOt paths ft LAUREl HALO - 24/01 @ Locomotiv Club

roBOt paths ft LAUREl HALO - 24/01 @ Locomotiv Club

Troppo spesso si finisce col dimenticare cosa è stata e cosa dovrebbe essere la musica elettronica. Voglia di esplorare nuovi territori, di giocare coi canoni e di sfidare i luoghi comuni.

L'universo sonoro di Laurel Halo, invece, tutte queste cose le conosce alla perfezione. Anzi: le rende regola. L'artista americana scoperta da Kode9 arriva a Bologna, al Locomotiv, per il secondo appuntamento targato roBOt paths. Il coraggio creativo sarà la regola, anche grazie al contributo di Fake Samoa (Nico Pasquini e Giuseppe De Mattia) che presenteranno la loro ipnotica performance audio/video “Spiral Composition”.

Un viaggio all'esplorazione dei sensi e dei sogni. Un totale rifiuto di formule sonore stanche, prevedibili, o astutamente ruffiane. Eccolo, il percorso che vogliamo. Un percorso che condivideremo con Setup, fiera d’arte indipendente attentissima agli artisti emergenti con cui presenteremo “Appunti per un novissimo bestiario” di Fedra Boscaro e Tommaso Arosio. L’appuntamento è all’Autostazione, per le 21. Dopo, tutti al Locomotiv Club.

Ingresso 12€, riservato ai soci AICS.
Prevendita 10€ presso la biglietteria di SetUp, piazza XX settembre, autostazione di Bologna, giovedì 23 dalle 22.00 all’una; venerdì 24 dalle 18.00 all’una.

info: +393299714611 - info@robotfestival.it

Partner: Setup Art Fair, Locomotiv Club e B.U.M.
Media partner: Zero, Livebo, Sentireascoltare, Soundwall.


roBOt paths ft KODE9 - 23/11 @ Locomotiv Club

roBOt paths ft KODE9 - 23/11 @ Locomotiv Club

Il carisma e l'odio per tutti i luoghi comuni, la conoscenza, e la voglia continua di nuove sfide: Kode9, alias Steve Goodman, è davvero una delle personalità cruciali dell'ultimo decennio nella club culture – per la sua musica, per la sua attitudine. Considerato uno dei pionieri della dubstep, che già di suo un merito non da poco, in realtà racchiude in sé molto di più di quanto possa far sospettare questa semplice definizione. L'artista scozzese (ma da anni residente a Londra) ha dalla sua infatti un approccio di rara profondità teorica: ogni mossa, ogni selezione, ogni produzione nel mondo di Kode9 è profondamente pensata, elaborata, capace di incorporare idee ed ideali (non a caso nella sua carriera non solo dischi e dintorni ma anche un fondamentale libro, “Sonic Warfare” pubblicato dalla prestigiosa MIT Press, e il ruolo di docente universitario). La musica, con lui, diventa davvero una quarta dimensione dove il godimento fisico – che per lui resta sempre un fattore fondamentale ed ineludibile, nella club culture – si incrocia con una ricchezza di riferimenti e spunti che ha spesso dell'incredibile. Dubstep, certo; ma anche techno detroitiana, house sperimentale, ritmiche spezzate, suggestioni etniche, richiami giamaicani, digressioni industrial: la ricchezza del mondo sonoro di Kode9 è un evento raro da poter assaporare.

Averlo ospite a Bologna è quindi un onore, e una fortuna (oltre che una prima assoluta). Un set in cui potrà raccontare, con la sua musica, come mai sia stato lui a “scoprire” il misterioso Burial, come mai la sua Hyperdub sia diventata in pochissimo tempo una delle label più riverite in assoluto, come sia possibile combinare in modo magistrale l'impatto fisico e carnale dei dancefloor con riferimenti colti, raffinati, sorprendenti. Un altro evento di grande prestigio regalato da roBOt alla città di Bologna, arricchito dalla presenza in apertura di serata del producer italiano Mørkeblå (Alberto Rosso all'anagrafe), talentuosissimo sperimentatore della “via oscura” all'elettronica tra sperimentazione noise, psichedelia e rimandi alla “Kosmische Musik” teutonica.

L'appuntamento, al Locomotiv Club di Via Serlio, è per il 23 novembre.

Opening set: Kappasaur
Visual: Kado

Ingresso 12€, riservato ai soci AICS.
info: +393299714611 - info@robotfestival.it
Evento FB: http://bit.ly/kodenine

Partner: Locomotiv Club e BUM
Media partner: www.zero.eu, Livebo, Sentireascoltare, Soundwall




 


roBOt premia la #digitalvertigo

roBOt premia la #digitalvertigo

Dance Macabre di Boris Labbè sarà a Cape Town (ZA) per partecipare all'edizione sudafricana del Live Performers Meeting dal 13 al 16 novembre 2013: come vincitore del premio call4roBOt messo a disposizione da roBOt Festival, grazie al sostegno della Fondazione Del Monte e alla collaborazione con LPM, l’installazione video dell’artista francese sarà esposta nella prestigiosa location della Cape Town City Hall.

Un lavoro formidabile, cesellato e di forte impatto. Strepitoso viaggio visionario tra iconografie differenti in cui eleganza e bellezza accompagnano personaggi grotteschi e inquietanti in un vero e proprio smarrimento digitale. La tematica della sesta edizione di roBOt è interpretata alla perfezione dall’opera di questo giovane autore. Il soggetto è notevole (la realizzazione ancora meglio), pesca da svariati immaginari, anche lontani nel tempo, riuscendo a congegnare un’opera ibrida che ha già le qualità di un vero e proprio genere.

per info: http://2013za.liveperformersmeeting.net/