LAUREL HALOAD

Triplice cittadinanza americana/tedesca/inglese per Laurel Halo: viene da Ann Arbor, risiede a Berlino e pubblica per Hyperdub che con Burial ha per sempre fissato gli standard – per il recentissimo mini “Raw Silk Uncut Wood” ha scavallato in Francia. Riflessi di un percorso artistico tortuoso, mai incline a sedersi su facili certezze, tra album interamente strumentali e improvvisi squarci in cui la voce irrompe come un elemento alieno, collaborazioni con John Cale e Lisa Gerrard, Julia Holter, David Borden, Metahaven tra gli altri. Dal vivo per RBTX, l’anello mancante tra Stockhausen e gli Autechre.