ROSS FROM FRIENDSGB

Per chi ha l’età per ricordare, il nome più stupido e divertente dell’intero cartellone. Ad aprire le orecchie, in compenso, l’alter ego di Felix Clary Weatherall scherza poco: macchinari vintage affiancati nei live a sax, tastiere e chitarre elettriche, definiscono il raggio d’azione. Nell’estate 2015 sgancia la bomba: Talk to me you’ll understand, sette minuti che ridisegnano i confini di un intero universo, affiancandosi e immediatamente superando l’ondata di producer “lo fi house” che con suoni grezzi e bassa fedeltà pilotati giocano di sponda su un amarcord mai vissuto senza le basi e senza un perché (DJ Seinfeld, basta la parola). Diversa è la linea di fuoco per Ross/Felix, lo capisci dal pugno di EP rilasciati fino ad oggi, a culminare nell’ormai non più recentissimo Aphelion – debutto sulla Brainfeeder di Flying Lotus – quattro pezzi, quattro centri. In linea con lo spirito di RBTX, il suo set, una stanza in cui passato e futuro coesistono. Un’ovvietà (per chi ricorda): a quando la partnership con Chandler e Joey ai piatti?