PALAZZO RE ENZO


Imponente edificio gotico situato nel centro storico della città di Bologna, Palazzo Re Enzo fu costruito come appendice del Palazzo del Podestà. Deve il suo nome a Re Enzo di Sardegna, figlio di Federico II di Svevia, che fu qui imprigionato dal 1249 fino alla morte (14 marzo 1272). Da anni ormai contenitore di mostre, eventi e concerti, numerosi dei quali legati alle attività di ROBOT Festival. Anche per ROBOT 11, il maestoso Salone del Podestà al primo piano tornerà ad accogliere fra le sue pareti affrescate uno dei dancefloor più amati della manifestazione. 

Piazza del Nettuno, 1/C, 40125 Bologna BO

EX GAM


Inaugurata nel 1975 di fianco a Bologna Fiere, l’ex Galleria d’Arte Moderna di Bologna, precursore dell’attuale MAMbo, ha ospitato fra le sue mura e nella collezione permanente alcune tra le più grandi opere d’arte moderna e contemporanea del secolo scorso. Nell’estate del ‘77 si è svolta al suo interno Imponderabilia, una delle performance che ha reso Marina Abramovic una delle più acclamate artiste contemporanee. Uno spazio sin dalle origini consacrato all’arte, eletto a partire dall’edizione 2018 quartier generale di ROBOT Festival. Nella scorsa edizione era una novità, questa volta sarà una certezza.

Piazza della Costituzione, 4, 40128 Bologna BO

DUMBO


Dove una volta sorgeva lo scalo ferroviario del Ravone, ora c’è DumBO, un nuovo spazio a due passi dalla Stazione Centrale di Bologna, frutto di uno dei più importanti progetti di rigenerazione urbana degli ultimi tempi. Sei fabbricati con una superficie complessiva di oltre 18mila metri quadrati e 20mila metri quadrati scoperti, in cui si svolgerà la serata di chiusura di ROBOT 11. La sfida di DumBO è diventare nei prossimi anni un nuovo distretto per la cultura e l’aggregazione sociale a Bologna, in grado di coniugare creatività e sostenibilità. 

Via Camillo Casarini, 19, 40131 Bologna BO