News

ROBOT 10 – Programma Talks e Workshops

settembre 25, 2018 No Comments

Torna ROBOT Festival, tornano i workshop e talk contestuali: satelliti intorno al pianeta principale, espansioni di temi altrimenti solamente accennati, momenti dove andare più in profondità nelle istanze che animano RBTX.

30 anni di Irma Records con Umbi Damiani [venerdì 28 settembre, ore 16.30]

Irma Records nasce nel 1988 a Bologna. Da allora ha saputo dettar legge indifferentemente in ambiti house, lounge, hip hop, acid jazz. Sempre e comunque con un suono inconfondibile, inimitabile, mai più ripetuto se non dagli autori stessi: da Double Dee a Sarah Jane Morris, dai  Montefiori Cocktail ai Jestofunk, una vertigine di uscite in un catalogo sterminato a marchiare a fuoco decenni di musica dall’Italia al resto del mondo.

Esattamente trent’anni dopo, nel pieno del recupero delle sonorità di quegli anni, partono le celebrazioni: con “Paradise House”, escursione nel catalogo operata da Don Carlos, che con Irma è stato fin dal giorno uno; con il djset contestuale di Don Carlos per RBTX; ancora per RBTX, con il talk con Umbi Damiani, fondatore e timoniere di Irma. La partecipazione è gratuita previa iscrizione tramite Eventbrite.

Con
Umberto Damiani, direttore artistico Irma records
Don Carlos, dj
Ricky Montanari, dj
Coordina: Pierfrancesco Pacoda

Analogico – digitale: come trovare il giusto mix con Giancarlo Lanza [venerdì 28 settembre, ore 18]

Immancabile il workshop con Giancarlo Lanza e Ableton Live in collaborazione con Backline. Quest’anno sarete accolti da una patch “Autogenerativa” che analizzeremo velocemente in apertura dei lavori. Vedremo come campionare ed editare Synth Analogici: Roland TB303, Elektron Analog Rytm e Digitone. File .alc “Ableton Live Clip”: Come crearli gestirli e la loro importanza in fase di sound design e creazione di una propria libreria. Come creare ed evolvere un beat da Push usando i “Drum Racks” di Ableton, registrare ed editare file midi direttamente dal controller. Inoltre, le Tecniche per arrangiare in tempo reale da Push: da “Session” ad “Arrange”. Come al solito daremo la possibilità a tutti i partecipanti di fare domande nella parte conclusiva. La partecipazione è gratuita previa iscrizione tramite Eventbrite.

Workshop a cura di Giancarlo Lanza (Ableton Specialist).

Che cosa è la club culture: perché la pista da ballo genera cultura – modera: Pierfrancesco Pacoda [sabato 29 settembre, ore 16.30]

Con Pierfrancesco Pacoda, giornalista, autore del manifesto di RBTX, si parla del tema della decima edizione di roBOt Festival. Mentre il mondo dormiva, nelle ore in cui il sole non splende, esistevano posti che in tanti hanno chiamato Casa. I club sono stati per decenni laboratori di creatività e snodi fondamentali nell’evoluzione della cultura pop. Luoghi dove vari linguaggi si sono contaminati: musica, moda e design. L’Emilia-Romagna ha avuto in questo processo, sin dalle prime fasi, un ruolo importante; ed è stata luogo di pellegrinaggio e innovazione. Nel club dove è nato tutto, il club è stato al tempo stesso rifugio, forma di escapismo, portale spalancato verso il futuro, laboratorio di forme e idee in costante evoluzione, catalizzatore di mutamenti cruciali i cui effetti si avvertono ancora adesso. Cosa è successo poi?

La partecipazione è gratuita previa iscrizione tramite Eventbrite.

Con
Claudio Coccoluto, Dj
NicoNote, dj e performer, Lady Godiva, Insomnia, Morphine.
Andrea Carnoli, grafico, Barcelona, Ethos, Echoes
Pier Pierucci, Aquafan, Slego, Rockhudson’s, Cellophane
Coordina: Pierfrancesco Pacoda

Mondo Techno Remix: presentazione del libro di Andrea Benedetti [sabato 29 settembre, ore 18]

Andrea Benedetti sta alla techno in Italia come John Peel alla radiofonia, Bill Gates ai sistemi operativi, Leonardo da Vinci alle invenzioni. Dj dal 1983, poco più tardi folgorato dall’incontro con il suono di Detroit, in seguito più o meno tutto il resto: producer (Sprawl, Skull, New Acid Generation), discografico, forza motrice della scena techno romana; nel 1993 fonda e dirige Tunnel, la prima fanzine techno italiana, tanto breve l’esistenza quanto fondamentali i contenuti. “Mondo Techno” è una lettura essenziale per chiunque sia vivo e coltivi un pur remoto interesse verso la musica. Pubblicato da Stampa Alternativa nel 2007, da tempo irreperibile, rivive ora in un inedito “remix letterario” ad opera di Christian Zingales con una seconda parte inedita che copre il decennio intercorso tra le due versioni del libro, oltre ad ampi inserti discografici. Il talk parte dal concetto di “remix testuale”; – perno della nuova edizione di “Mondo Techno” – per allargare poi il campo alla pratica musicale dal punto di vista storico sociale e analisi dei linguaggi. Se ne parlerà assieme a Lucio Spaziante, docente di Teoria e modelli della Semiotica all’Università di Bologna. La partecipazione è gratuita previa iscrizione tramite Eventbrite.

“Andrea Benedetti è una delle poche, vere memorie storiche in Italia di quello che è stata la techno, uno che ha vissuto la scena in prima persona, con amore, apportando instancabili contributi pratici e teorici, respirando forte il suo coinvolgimento.”

(Christian Zingales)

“Direi di più: la Techno non è mai esistita. È stata solo un’allucinazione di gruppo. Molta gente crede di aver visto e di aver sentito, ma sono solo immagini e  suoni che abbiamo proiettato nella mente… presto queste creature vivranno nei pensieri dei nuovi pionieri.”

(Lorenzo D’Angelo, Tunnel #1)

Con
Andrea Benedetti, autore di “Mondo Techno Remix”
Lucio Spaziante, docente di Teoria e modelli della semiotica all’Università di Bologna.